Mario Giacomelli. Fotografie dall’Archivio di Luigi Crocenzi

Dal 12 Settembre 2012 al 20 Gennaio 2013, presso il Museo di Roma in Trastevere sarà proposta un’antologica del celebre fotografo marchigiano, arricchita dalla presenza di documenti e materiale epistolare.

Pretini - Mario Giacomelli

Le suggestive e oniriche geometrie paesaggistiche, i ritratti carichi di pathos, le sequenze “cinematografiche”, immagini che si traducono quasi in puro segno grafico; sono le espressioni di un linguaggio fotografico unico nel suo genere, che scavalca ogni etichetta per gettare uno sguardo sul lato poetico ed emotivo della realtà. Lo stesso Giacomelli sfuggì ad ogni definizione; fotografo nel tempo libero, tipografo per professione, poeta e scrittore per vocazione, fu in grado di sintetizzare questi differenti percorsi in un codice visivo personalissimo e originale. Una ricerca artistica e in un certo senso filosofica, in cui l’attenzione per il rigore compositivo e il gusto per l’elemento grafico sposano il cuore pulsante della parola poetica. (Priscilla Inzerilli) … Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.