Discorsi Fotografici

La Settimanale di Fotografia a Genova, ce ne parla Veronica Onofri

Torna a Palazzo Ducale La Settimanale: dal 9 al 17 Maggio a Genova tanti

appuntamenti dedicati agli appassionati di fotografia.

… Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

Michel Fraile – Viaggi, passioni e Surrealismo

Gli ascoltatori del podcast avranno già avuto modo di conoscere il fotografo francese Michel Fraile attraverso l’ultima puntata, la profondità e lo spirito delle sue risposte, il suo lavoro. Con piacere quindi riproponiamo il testo dell’intervista, sia in francese che in italiano, per chi volesse leggerlo nuovamente, o per la prima volta.

Michel Fraile è stata una scoperta casuale, attraverso l’acquisto del suo Paris Sauvage (edizione autografata!), che subito ci ha colpito e fatto capire che eravamo di fronte ad un fotografo come se ne trovano pochi, e l’esperienza di averlo avuto come ospite ha confermato appieno le nostre prime impressioni. Prima di leggere l’intervista quindi, vi suggeriamo caldamente una visita al suo sito, siamo sicuri che colpirà anche voi! … Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

VIVIAN MAIER. La tata fotografa di Filippo Orsi

Tra due giorni, al Museo di Roma in Trastevere, approderà la mostra “Vivian Maier. Una fotografa ritrovata”, Filippo Orsi ci ha regalato la sua personale visione che si accomuna con lo spirito che Discorsi Fotografici ha sempre condiviso.

Seppur scattate decenni or sono, le fotografie di Vivian Maier hanno molto da dire sul nostro presente. E in maniera profonda e inaspettata. Molti di noi condividono il suo stesso desiderio e il suo impulso di fare fotografie – e grazie alla tecnologia digitale a nostra disposizione, oggi lo possiamo fare. Se con Facebook, Flickr e Instagram oggi siamo in grado di produrre immagini e con un semplice click proiettarle in tutto il mondo, l’innegabile talento di Vivian Maier, abbinato al fermo proposito di mantenere la propria attività di fotografa come una questione privata, ci affascina e al tempo stesso ci confonde. Non può però sorprenderci: in un’epoca in cui la fotografia viene ridefinita, cambiano anche gli autori che troviamo più interessanti e stimolanti. Proprio come Maier, noi oggi non stiamo semplicemente esplorando il nostro rapporto col produrre immagini, ma, attraverso la fotografia, definiamo noi stessi – Marvin Heifermann.

… Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

Andrea Morico, fotografie di un istante

2016-10-03_02-28-42

di Silvio Villa

Spesso in fotografia si cerca di superare il limite della fissità delle immagini proponendo opere che comunichino il movimento, il divenire, il fluire del tempo, lasciando magari in chi le osserva una domanda su cosa sia accaduto negli istanti successivi allo scatto.

Andrea Morico, fotografo marchigiano che già ci aveva emozionato 5 anni fa con il suo lavoro sulla Piana di Castelluccio (lavoro quanto mai attuale dopo il triste martirio subito da quelle splendide terre durante il recente terremoto), non è fra quei fotografi votati alla trasmissione del movimento; i suoi scatti infatti incarnano pienamente il pensiero di Dorothea Lange, secondo la quale la fotografia estrae un istante dal tempo, alterando la vita costringendola a fermarsi. … Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

Doppia Luce, un lavoro di Valentina Tamborra

tumblr_o2c1nkGnZc1v761aqo1_1280 tumblr_o35u8fjMiK1v761aqo1_1280

“Chi sei? Cosa Fai?”

Queste le due domande che in genere rivolgiamo a chi abbiamo appena conosciuto, per quanto la prima delle due venga quasi sempre sostituita con un molto più generico “Come ti chiami?”, perdendo di conseguenza l’occasione di andare subito a fondo nella vita di una persona. Forse è giusto così, è giusto che la domanda “Chi sei?” venga posta solo a chi ha una certa confidenza con noi; di sicuro è una domanda molto rara, e fa parte delle tante occasioni sprecate che quotidianamente si presentano nei rapporti fra le persone.

Valentina Tamborra, nel suo lavoro Doppia Luce, fa sì che i suoi soggetti rispondano, con verità e profondità, a queste due domande chiave, grazie all’ottima idea di presentarle invertite, spiazzando anche le abitudini del lettore che si aspetta di sapere prima di tutto di chi si sta parlando e solo successivamente quali siano le attività del soggetto fotografato. … Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

Pagina 1 di 512345

Tema creato da federicoemmi | © 2017 Discorsi Fotografici Versione Beta 1.6