La Settimanale di Fotografia a Genova, ce ne parla Veronica Onofri

Torna a Palazzo Ducale La Settimanale: dal 9 al 17 Maggio a Genova tanti

appuntamenti dedicati agli appassionati di fotografia.

“Al via la terza edizione de La Settimanale, l’appuntamento annuale dedicato alla fotografia a Genova.

Saranno tre i fotografi di fama internazionale ospiti a Palazzo Ducale le serate del 12, 13 e 14 maggio: Martina Bacigalupo, fotoreporter di origine ligure che oggi fa parte della nota agenzia VU di Parigi, Ferdinando Scianna, fotografo siciliano che ha fatto la storia della fotografia e Mustafa Sabbagh, fotografo di origina libanese molto noto per le sue immagini forti e provocatorie.

Anche quest’anno dunque si alterneranno generi fotografici diversi, dal reportage alla fotografia di moda e la ritrattistica d’autore.

Nelle due settimane successive avranno luogo due workshop tenuti da Martina Bacigalupo, il 20/21 Maggio w da Mustafa Sabbgh il 27/28 Maggio.

Il programma integrale del festival verrà presentato Martedì 9 Maggio ai Giardini Luzzati, durante l’ora dell’aperitivo con proiezioni, approfondimenti e musica dal vivo.”

Il nostro Dario ha intervistato una delle curatrici, Veronica Onofri, vediamo cosa gli ha detto:

D: Ci racconteresti qualche cosa di più? Quando è iniziato il tutto, e come si sta evolvendo negli anni?

V: Con alcuni amici fotografi e appassionati di fotografia ci siamo trovati tre anni fa a lamentarci, davanti a un bicchiere di vino, del fatto che a Genova ci fossero pochi eventi relativi alla fotografia.

Abbiamo così deciso di provare a fare qualcosa e ne abbiamo parlato con Palazzo Ducale che ormai da anni sta portando a Genova mostre fotografiche molto interessanti. Così è nata l’idea de La Settimanale, una settimana dedicata alla fotografia, con grandi nomi e piccoli eventi. Quello di cui siamo orgogliosi, oltre ai numeri di partecipanti che non ci aspettavamo fin dalla prima edizione è di essere riusciti a creare interesse per un certo tipo di fotografia, di aver aperto una piccola finestra in una città un po’ chiusa come Genova sulla fotografia contemporanea.

D: Il programma è super interessante, eppure sembra sempre che in Italia sia sempre molto difficile organizzare questo tipo di cose. Siete un’eccezione o spesso manca fiducia nella possibilità di cambiare le cose?

V: Organizzare questo genere di cose è molto più facile di quanto sembri. Quello che occorre è riuscire a trovare qualche finanziamento, ma anche pensando in piccolo si possono creare cose interessanti. Ovviamente per ora tutti noi organizzatori lo stiamo facendo per pura passione, senza guadagnarci nulla, ma siamo fiduciosi del fatto che l’idea si possa ingrandire, ad oggi ci hanno confermato la terza edizione e gli eventi durante La Settimanale di fotografia si sono moltiplicati.

Ci piace l’idea di poter creare una rete con varie realtà culturali a Genova e sostenerci a vicenda per poter creare qualcosa di importante e qualche piccolo cambiamento. Per questo abbiamo chiesto l’appoggio non solo di Palazzo Ducale ma del Circuito Cinema, di laboratori artistici del centro storico, di associazioni ed altri ancora.

 D: Le istituzioni vi sono vicine? Cosa si potrebbe fare per migliorare questo tipo di eventi?

V: Le istituzioni ci sono abbastanza vicine, quello che purtroppo rimane l’ostacolo più grande, credo di poter parlare per l’Italia intera, è la burocrazia. Non abbiamo la possibilità di utilizzare spazi meravigliosi perchè non sono del tutto a norma ad esempio, e mille altri problemi simili. Diciamo che non possiamo sfruttare bene le potenzialità di questa città.

D: Dacci 3 buoni motivi per venire a genova in questi giorni.

Tre buoni motivi:

– Genova è bellissima e tutta da scoprire

– C’è la possibilità di ascoltare e imparare qualcosa gratuitamente (e per noi genovesi è un incentivo importante :)) da tre grandissimi fotografi contemporanei.

– Ferdinando Scianna (e non aggiungo altro)

Ringraziamo Veronica per averci tolto un po’ di curiosità, non resta che andare a scoprire di persona questo interessantissimo evento.

 

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.