Discorsi Fotografici

Qualche novità insieme a Dario De Cristofaro e l’intervista a Elena Galimberti nella nuova puntata del podcast!

podcastTorniamo al nostro podcast classico, con fotobar ed intervista, a 5 anni di distanza dalla prima puntata! Oggi ci accompagna il nostro amico e fotografo Dario De Cristofaro e l’intervista ci farà conoscere Elena Galimberti e la sua personale storia fotografica  durante Expo 2015.

Siamo raggiungibili da iTunes, per abbonarsi in modo facile e gratuito tramite il servizio Apple cliccate qui Chi non avesse iTunes può abbonarsi al feed audio del podcast cliccando qui Cliccate i player qui sotto per ascoltare la puntata in formato AAC o MP3, potete anche scaricarvela seguendo il link “download” riportato subito sotto i rispettivi player.

… Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

Canon G1X Mk II – La recensione di Discorsi Fotografici!

PowerShot_G1_X_Mark_II_Default_tcm80-1129456

A cura di Mirko Bonfanti

INTRODUZIONE

La contrazione delle vendite del settore compatte degli ultimi anni ha dettato la tendenza, da parte delle maggiori case costruttrici, di proporre delle soluzioni fotografiche che unissero dimensioni ridotte a funzionalità avanzate. Da questo connubio nasce il segmento ‘compatte prosumer’, per indicarne la vocazione professionale.

Sono macchine curate sotto ogni aspetto, partendo dalla costruzione, passando per i controlli manuali ed una completezza di funzioni, e, non ultimo, un sensore di dimensioni più generose. Una scelta di questo tipo si indirizza ad un tipo di clientela più avanzata, che ricerca la massima prestazione anche in apparecchi meno professionali, come secondo o terzo corpo per uscite più leggere.

La Canon G1X Mark II nasce proprio da questa idea, incarna ed evolve le già buone caratteristiche possedute dalla precedente versione, perde il mirino ottico, in favore di un mirino elettronico (purtroppo venduto separatamente come optional), migliora la costruzione – struttura in lega di magnesio – e la robustezza e solidità del corpo. … Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

La fotograia emoziona. Le ultime novità Sony

ap_1

 

Recentemente abbiamo avuto modo di partecipare all’incontro organizzato da Sony e rivolto alle riviste specializzate. Un pomeriggio intenso durante il quale abbiamo potuto apprezzare i modelli di fotocamere che rappresentano le novità del marchio giapponese, oltre alla presentazione del nuovo modello a68.
Proprio questa nuova macchina fotografica ci ha permetto di capire che il settore “reflex” per il momento non viene abbandonato e probabilmente questo sarà l’andamento ancora per alcuni anni. Motivi poco fotografici e molto commerciali, questo segmento è ancora apprezzato da molti. D’altra parte, lo avevamo fatto notare nella recensione della a77 (http://www.discorsifotografici.it/2015/04/09/sony-a77-ii-la-recensione-di-discorsi-fotografici/), Sony ha iniziato a sviluppare una offerta che prevede l’utilizzo della stessa tecnologia in apparecchi concettualmente differenti, come a6000 (mirrorless) e a77 (STL). Se nel 2006 la a100 utilizzava un sensore con stabilizzazione dell’immagine con qualunque ottica, nel 2010 con a55 introduceva la vera novità, non più una reflex tradizionale, ma il primo passo verso una completa digitalizzazione dell’acquisizione dell’immagine, non solo affidata al sensore, ma estesa anche all’esposizione e quindi al mirino. Il 2010 è stato l’anno dello specchio translucido, accolto freddamente, ma in realtà una vera rivoluzione, oltre a un sistema di messa a fuoco costante e continuo. Nel 2014 viene immessa nel mercato la a77, dove la caratteristica più innovativa è stata il sistema AF 4D, cioè una messa a fuoco automatica capace di prevenire gli spostamenti del soggetto, coniugando in un’unica soluzione: ampiezza, velocità, inseguimento. … Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

No Comments

ONA Bags, Capri, la recensione di Discorsi Fotografici!

È ora il turno della prova della seconda borsa del brand ONA Bags, il modello “The Capri” anche questo della serie shoulder bags, più specificatamente si parlerà della “The leather Capri”.

Si tratta di una elegante e sobria borsa e a nostro avviso questo prodotto è dedicato alle donne, che possono tranquillamente usarla in più ambiti e consentitemi con i più vari tipi di abbigliamento, data la versatilità del design.

C_001 … Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

Canon 760D – La recensione di Discorsi Fotografici!

Canon-EOS-750D760D-Rumors-Camera-DSRL

A cura di Federico Emmi

PREMESSA
La fotografia digitale da qualche anno, per quanto sembra un secolo, ha permesso sempre a più persone di poter scattare foto a costi contenuti. Inizialmente con una divisione netta, le reflex ai professionisti, le compatte agli amatori. Successivamente entrambi i segmenti sono stati suddivisi, così alle compatte semplici si sono aggiunte nel tempo quelle evolute, mentre alle reflex professionali le più semplici e leggere da usare. Purtroppo, a un certo punto, al naturale sviluppo tecnologico è subentrata una vera e propria guerra tra produttori, dove il gusto per la fotografia è diventata una fredda questione di numeri.

La prima è senza dubbio il numero di pixel del sensore, poi i punti di messa a fuoco, la luminosità del display posteriore e così via. Le esigenze fotografiche improvvisamente sono diventate eccessivamente precise che ancora oggi non si comprende come la fotografia sia riuscita a costruire una storia. Eppure, la logica del “purché se ne parli” ha determinato un effetto devastante nel segmento di ingresso, una persona totalmente digiuna di fotocamere non sa se il prodotto che compra vale i soldi che spende.

Tante caratteristiche che in internet, tra forum e recensioni, vengono talmente chiacchierate che alla fine un giudizio imparziale risulta complicato. Alla infinita lista dei pro e contro si aggiunge il vero problema delle vendite: la qualità dell’oggetto è legata sostanzialmente alla sua capacità di fare famiglia, di aggregare. Compra questa marca, è meglio perché ce l’abbiamo tutti.

… Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

Tema creato da federicoemmi | © 2017 Discorsi Fotografici Versione Beta 1.6