Samsung Galaxy Camera – La prova al volo di Discorsi Fotografici

Samsung Galaxy Camera

Tempo fa, in uno dei nostri fotobar, parlavamo dell’ipotesi di utilizzare un sistema operativo mobile all’interno di una compact camera, permettendo così a un oggetto tipicamente fotografico di ereditare non solo quelle caratteristiche tipiche del sistema “applicazioni”, ma anche volendo quelle telefoniche. Scherzavamo sul fatto che avremmo risposto alle chiamate o ai messaggi, con una fotocamera, in un certo senso volevamo marcare le differenze di campo e di utilizzo di questi oggetti. La questione in effetti è legata principalmente all’uso di una fotocamera come telefono, perché per il resto l’introduzione di un sistema operativo vero e proprio non può che portare benefici alla fotografia. Per esempio, alla fine di Dicembre 2012 sui principali quotidiani online ci si meravigliava che il sole al tramonto fosse una cosa bellissima, destava meraviglia e si invitata così la gente a inviare le proprie foto a testimonianza di questo forse irripetibile momento.

Chi ha provato a fermare il tempo tra il giorno e la notte con uno smartphone, per quanto potente e dotato di sensori fotografici da parecchi megapixel, sarà rimasto deluso. La ragione è presto detta, attualmente questi dispositivi non permettono di modificare l’apertura e il tempo, mentre il bilanciamento del bianco è abbastanza scarso. Di fatto è impossibile intervenire sulla fotografia, la ragione che la rende per certi versi magica, l’esposizione. Eppure il mondo delle applicazioni fotografiche, ricche di molte caratteristiche che ne decretano il successo, offre moltissime scelte e difficilmente si rimane delusi, sarebbe quindi molto bello poter aggiungere anche il controllo dell’esposizione. Ci troveremmo davanti a un nuovo oggetto, completo e divertente.

Così è stato. L’oggetto in questione lo possiamo comprare, è solida realtà, prodotta da Samsung, è la Galaxy Camera. Presentata in occasione del Photokina 2012, la Galaxy Camera è davvero il prodotto che rompe con la tradizione tecnologica fotografica. L’idea infatti non è più soltanto cosa offre un apparecchio fotografico, ma quanto questo possa essere ulteriormente arricchito, e in questo caso andando a pescare nel ricco sistema delle cosiddette “applicazioni”.
La prima considerazione è legata al nome. Il termine Galaxy fin dalla sua prima apparizione, nel Giugno 2009, ha sempre indicato il segmento smartphone prodotto da Samsung. La Galaxy Camera non è da meno, se volete vederla o provarla, non la troverete nel reparto fotografia di uno store della grande distribuzione prodotti elettronici, ma in quello telefonia, sebbene sia sprovvista di modulo GSM, quindi non abilitata a essere usata come telefono. Perché?

Samsung può vantare un 2012 record in termini di vendite smartphone, rendendola il primo produttore al mondo di questo segmento. L’ipotesi è quindi di invogliare i propri acquirenti, sia quelli che già ne hanno decretato il successo, sia i nuovi, a prendere in considerazione anche gli apparecchi fotografici. Vale ricordare la nostra prova della NX 200  e come ad esempio nel settore compatte a ottiche intercambiabili Samsung non abbia molto da invidiare ai propri concorrenti.

La seconda considerazione è rivolta al pubblico. Per i fotografi è certamente un prodotto che fa un effetto strano, mai abituati a vederne o usarne uno, ne tanto meno qualcosa che possa avvicinarsi. I menu delle nostre reflex sono abbastanza spartani. Per quelli che invece si affidano sempre all’obiettivo del telefono per le loro foto, sicuramente è qualcosa di stimolante. Non possiamo scriverne bene, ma neanche male, perché questa non è una vera recensione, quanto una sintesi delle impressioni ricavate dal breve e casuale utilizzo presso un rivenditore telefonia. Normalmente ci si affida al numero di vendite per stabilire se un prodotto ha avuto successo oppure no, in questo caso il solo fatto di immettere sul mercato un prodotto che “rompe” la tradizione è di per se un successo.

La Galaxy Camera è molto ergonomica, si impugna bene, anche con l’antitaccheggio posto sul lato. Il design è molto curato e il peso è contenuto. L’obiettivo parte da 23mm e arriva a 483mm, uno zoom ottico da 21x che collassa all’interno. Il sensore è un CMOS da 16 megapixel. Entusiasmante il display, un touch-screen ampio, HD Super Clear LCD da 4.8″ particolarmente nitido. Dotata dei soli bottoni di scatto e accensione, la fotocamera ha come sistema operativo Android 4.1 Jelly Bean, le cui caratteristiche si trovano facilmente e stranamente su google. Invece, per quello che riguarda la parte software che gestisce la fotografia, evidenziamo l’ottima la scelta del design che rende la comprensione del fare fotografia più intuitiva. Nella modalità esperto è molto semplice e veloce impostare tempo, diaframma e ISO  così come è possibile scegliere se scattare in manuale, priorità di tempo, diaframma o programma.

L’automatismo dovrebbe riconoscere la scena e impostare la macchina di conseguenza nel modo migliore, mentre interessante la modalità smart. Samsung ha inserito 15 opzioni per “esaltare” la scena, dal tramonto, al paesaggio, il ritratto, i fuochi d’artificio, controluce, notturna e così via. Non mancano neanche i preset come ad esempio il bianco e nero, impostabili prima dello scatto. Tutti gli scatti e i video, ovviamente realizzabili in full hd, possono essere facilmente condivisi sui principali social network, inoltre l’accordo con Dropbox, permette a chi acquista questa fotocamera di ricevere gratuitamente 50GB di spazio per due anni, sommabile a quello che eventualmente già si possiede. La dotazione connettività wi-fi + LTE, supera anche molti smartphone attualmente in commercio e grazie all’adozione di Android, la Samsung Galaxy Camera può essere arricchita, come detto, con ulteriori applicazioni, oltre che essere usata come un qualsiasi dispositivo Android. Non manca nemmeno l’editing dei video e delle immagini, il che la rende una fotocamera davvero completa. Per una lista approfondita delle caratteristiche tecniche della Galaxy Camera, il consiglio è di consultare il sito Samsung.

La conclusione è molto breve. Consapevoli della qualità delle immagini della NX 200, pur non avendo provato questa Galaxy Camera, il solo fatto di essere un prodotto decisamente innovativo e ricco di tecnologia la spinge fortemente all’acquisto. Magari Discorsi Fotografici riuscirà a recensirla in tutto e per tutto.

Federico Emmi

Qualche foto “rubata” al volo della Samsung Galaxy Camera:

SamsungGalaxyCamera05

SamsungGalaxyCamera04

SamsungGalaxyCamera03

SamsungGalaxyCamera02

SamsungGalaxyCamera01

 

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.