Discorsi Fotografici

Ancora D800, Fotografia di architettura e percezione visiva con Giorgio Stockel!

 

Pubblichiamo oggi la nuova puntata del nostro Podcast audio, ospite dell’intervista il Professor Giorgio Stockel, docente di Percezione e Comunicazione Visiva dell’Università La Sapienza, nonché fotografo di architettura! Nel fotobar varie discussioni fra Silvio, Federico ed Andrea.

Facciamo le nostre vive congratulazioni all’utente Twitter lgig70 che si è aggiudicato il libro di Michael Freeman in palio nel nostro concorso!

Siamo raggiungibili da iTunes, per abbonarsi in modo facile e gratuito tramite il servizio Apple cliccate qui

Chi non avesse iTunes può abbonarsi al feed audio del podcast cliccando qui

Cliccate i player qui sotto per ascoltare la puntata in formato AAC o MP3, potete anche scaricarvela seguendo il link “download” riportato subito sotto i rispettivi player.

… Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

Il Vietnam, un reportage di Giulio Adone

Discorsi Fotografici ha il piacere di ospitare un reportage del fotografo romano Giulio Adone, che oggi ci porterà in Vietnam!

DFBenvenuto su Discorsi Fotografici e grazie per il tuo contributo! Per iniziare parlaci un poco di te.

GA: Mi chiamo Giulio Adone e non sono un fotografo professionista. Nel 2008 ho acquistato la mia prima reflex (entry level) e da lì la passione per la fotografia, che fino a quel momento era rimasta latente, mi ha letteralmente travolto. La mia sete di conoscenza fotografica mi ha spinto ad investire moltissimo tempo a studiare manuali, sfogliare libri fotografici, navigare su internet a caccia di informazioni, scambiare pareri sui forum e soprattutto a scattare foto. Ovunque andassi portavo con me la reflex e anche in casa spesso effettuavo prove e esperimenti per capire e migliorare la tecnica.
Man mano che le conoscenze tecniche progredivano, aumentava di pari passo l’esigenza di un attrezzatura adeguata. Nonostante spesso mi sia affidato al mercato dell’usato, le spese affrontate sono state alte. Fortunatamente avendo già un lavoro (ingegnere), sono riuscito a far fronte all’emorragia economica risparmiando lì dove ho potuto. Ancora oggi non sono sazio e l’entusiasmo è quello del primo giorno, mi sento ancora all’inizio del viaggio e continuo a cercare di migliorare giorno dopo giorno, scatto dopo scatto. Spero che la fotografia mi regali ancora a lungo le emozioni che fin’ora mi ha dato!
… Continua a leggere

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

A Napoli i “Percorsi di fotografia”

Villa Pignatelli – Casa della fotografia
“Percorsi di fotografia”
(febbraio‐maggio 2012)

Villa Pignatelli - Napoli

Domenica 26 febbraio 2012, alle ore 11.00
primo appuntamento del nuovo progetto
‘Percorsi di fotografia’
con Oreste Pipolo

Da oltre un anno ‘Villa Pignatelli‐Casa della Fotografia’ presenta mostre, iniziative e incontri per favorire il
confronto e il dibattito su una disciplina artistica che riscuote un riconoscimento sempre più ampio.
La nuova iniziativa intende promuovere la conoscenza di autori, di tendenze della fotografia contemporanea e
coinvolgere i ragazzi in laboratori didattici. Agli incontri con autori della fotografia – Oreste Pipolo, Antonio
Biasiucci, Mimmo Jodice, Raffaela Mariniello‐ si alterneranno proiezioni di documentari, tratti dall’Archivio del
Festival Artecinema curato da Laura Trisorio, l’iniziativa terminerà con un Laboratorio di fotografia, articolato in
quattro incontri, dedicati ai ragazzi dagli 8 ai 14 anni.
‘Percorsi di fotografia’ è promosso dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico,
Etnoantropologico e per il Polo museale della città di Napoli e da Incontri internazionali d’arte, a cura di Federica
Cerami. La manifestazione è realizzata con il contributo della Associazione Amici di Capodimonte, Sbrescia srl,
Banca Patrimoni Sella & C., Gargiulo stampa e servizi digitali.

Calendario
26 febbraio, ore 11,00 Incontro con Oreste Pipolo
4 marzo, ore 11,00 Incontro con Antonio Biasiucci
11 marzo, ore 11,00 proiezione del documentario ‘Ferdinando Scianna ‐Quelli di Bagheria’, regia di Paolo Iannuzzzi,2002
18 marzo, ore 11,00 Mimmo Jodice legge i portofolio dei giovani fotografi
25 marzo, ore 11,00 Incontro con Raffaela Mariniello
1° aprile, ore 11,00 proiezione del documentario ‘Massimo Vitali’, regia di Giampiero D’Angeli, 2011
15/ 22/ 29 Aprile / 6 maggio Laboratorio di fotografia per ragazzi dagli 8 ai 14 anni

Prenotazione per l’incontro del 18 marzo e per i Laboratori di fotografia al n° tel. 081.7612356 ‐ 669675 (ore 9‐14)
e‐mail sspsae‐na.pignatelli@beniculturali.it ‐ facebook.com/villapignatellicasadellafotografia
Museo Pignatelli, Riviera di Chiaia, 200

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

Stillwaiting gli scatti di Stefano Cioffi a Roma

A Roma è in corso e sarà visitabile fino all’8 marzo 2012

presso il Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese, la mostra fotografica
Stefano Cioffi. Stillwaiting” – a cura di Lori Adragna e Lorenzo Canova

Stillwaiting ©Stefano Cioffi
“Attraverso gli scatti della serie Stillwaiting, Stefano Cioffi indaga il vuoto, la pausa, il silenzio
nell’attesa dell’evento, entrando in risonanza con il soggetto, lo fissa in un tempo
indefinito di sospensione interiore che si manifesta all’esterno. Dalle sue fotografie chiare
e impattanti di un bianco e nero incisivo, traspare l’attesa che non si attende nulla, solo uno stare
in essa, senza maschera, illusione, sentimentalismo, conoscenza e verità predefinite.
L’attesa è parte stessa della fotografia, la sua creazione interseca e mette a fuoco, blocca o rinvia
l’obiettivo dei desideri. L’incontro con l’immagine finalmente realizzata diviene via dell’attesa e del
desiderio anche per chi la guarda. La fotocamera di Cioffi ne cattura l’essenza negli scorci delle
città, nelle località marine, nelle discariche, nei luoghi di culto, nei non-luoghi: siti eletti
dell’immobilità e del passaggio come le stazioni sotterranee o gli aeroporti.
Con la fotografia Stefano Cioffi rappresenta il mondo nella sua presenza inafferrabile,
moltiplica il suo sguardo nella complessità delle cose, lo disperde nella folla. L’artista
cerca di sfidare il trascorrere del tempo e della luce portando la sua indagine su più livelli, a partire
da quello degli oggetti apparentemente banali e quotidiani che accompagnano la nostra vita e che
spesso consideriamo inutili. Scopre la solitudine lirica degli oggetti abbandonati, una sedia, un
divano, una giacca o una bottiglia che si rivestono di una presenza speciale nella relazione quasi
architettonica con lo spazio che li ospita, trovata con ostinazione nelle pieghe solitarie dei luoghi,
in un’attesa che spesso rivela un distacco senza alcuna possibilità di redenzione.
Stefano Cioffi, nato a Napoli e attivo a Roma, è artista e musicista. La sua mostra innesca
riflessioni sul concetto di tempo e di pausa, sia come rappresentazione visiva che musicale.
L’artista insegue storie narrate con semplici dettagli per restituire la musica segreta dei luoghi. A
tal fine accosta all’esposizione di fotografie, un video diretto e musicato da lui stesso ed
un’installazione di slideshow con 150 immagini in loop che riproducono l’intero progetto.
Il catalogo “Stefano Cioffi. Stillwaiting” è pubblicato da Silvana Editoriale con testi di Lori
Adragna, Lorenzo Canova, Fabio Castriota e corredato da circa 60 immagini.”

INFORMAZIONI UTILI:
Museo Carlo Bilotti, Aranciera di Villa Borghese
Viale Fiorello La Guardia, Roma

Orari da martedì a domenica ore 9.00 – 19.00
la biglietteria chiude alle ore 18.30. Lunedì chiuso
Biglietti Biglietto integrato Museo + Mostra: € 7 intero, € 6 ridotto.

Dal martedì al venerdì accesso con visita accompagnata ogni
30 minuti, dalle 9 alle 18. Durata della visita 45 minuti.
Sabato e domenica: visita libera.

Info Tel 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 21.00)
www.museocarlobilotti.it, www.museiincomune.it,
www.zetema.it
Ente promotore Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro
Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

Tecnico dell’Enel

Tecnico dell' Enel

In questi giorni di emergenza molte linee elettriche hanno subito forti danni. Ho scattato questa fotografia ad un tecnico dell’Enel mentre lavorava su un palo della corrente.

Molti operatori sono stati costretti agli straordinari, lavorando in condizioni poco agevoli, in mezzo alla neve alta e temperature rigide, soprattutto non potendo utilizzare molta dell’attrezzatura con cui di solito lavorano, come ad esempio i camion gru con il cestello. Di conseguenza il lavoro è stato ancora più faticoso.

Questo signore nella fotografia, come il suo collega, facevano parte della sede Enel di Mantova e sono stati spediti a Tivoli, alle porte di Roma con molti altri colleghi del nord Italia per fronteggiare questa forte emergenza ed ogni mattina venivano spediti dove c’era bisogno del loro intervento.

Questo lavoro lo hanno svolto a Carpineto Romano, un paese in provincia di Roma dentro al mio terreno, davanti casa e quindi ero li con loro per vedere se potevo rendermi utile in qualche modo.

Guardando questi signori all’opera mi sono reso conto che è veramente rischioso il lavoro che fanno. Lavorare a circa dieci metri da terra, anche se si hanno le cinture di sicurezza, non è a mio avviso il modo più confortevole di operare, in più se si pensa che sono a contatto dell’elettricità, il rischio aumenta.

Mentre ero lì, la prima cosa che ho pensato era quella di andare a prendere la macchina fotografica e scattare qualche foto.

Mi piace molto realizzare fotografie di persone che sono impegnate nel fare un qualcosa.

Una volta che il tecnico è salito sul palo, ho visto che il sole era velato dalle nuvole e cadeva perfettamente dietro la sagoma dell’uomo, quindi ho iniziato a scattare.

Ho scattato anche molte altre foto dei due tecnici impegnati nel lavoro, ma questa rimane la mia preferita.

Il sito di Marco lo potete visitare cliccando sul suo nome.

Marco Campagna

Seguici in modo semplice e veloce. Se questo articolo ti è piaciuto, abbonati gratuitamente al feed.

Pagina 1 di 212

Tema creato da federicoemmi | © 2017 Discorsi Fotografici Versione Beta 1.6