Discorsi Fotografici

Fujifilm X100T, la recensione di Discorsi Fotografici!

Z-PR-FUJI-X100T-FRONT

A cura di Federico Emmi

Correva l’anno 2010, quando al Photokina Fujifilm presentò una fotocamera per certi aspetti rivoluzionaria, per altri inconcepibile; una 35mm digitale dal design in contro tendenza con il presente, profondamente in sintonia con il passato, come a dire: “torniamo a fare fotografia”. Già perché a forza di spingere sulle caratteristiche, sembrava che a fare le fotografie non era più la persona, ma la macchina.
In questo Fujifilm si è distinta rispetto ai concorrenti, investendo in una tecnologia innovativa e per molti aspetti rischiosa. A distanza di quasi cinque anni, il successo conferma l’ottima intuizione.
Il modello che ha riportato la casa giapponese a rientrare di gran carriera tra i desiderata dei fotografi, è la X100. Due elementi lasciavano perplessi, la focale fissa e il prezzo. Poi venne il Photoshow e a vederla, soprattutto a toccarla, fu amore a prima vista. Nel settembre del 2014 Fujifilm ha annunciato l’aggiornamento del modello, il terzo: X100T.
Al contrario di quello che spesso accade con altri brand, chi acquista una loro fotocamera non si vede commercializzato il nuovo modello entro dodici mesi, cosa questa che già rende perfettamente comprensibile l’attenzione che Fujifilm ripone nel cliente, oltre che a optare per una politica che tende a mantenere stabile il valore dell’oggetto nel tempo. La seconda release infatti arriva sul mercato due anni dopo, a conferma della grande richiesta della prima. Con il terzo, commercializzato da poco, le novità sono diverse, non proprio un semplice aggiornamento dei modelli precedenti, quanto piuttosto una parziale riscrittura felice di un prodotto di successo. … Continua a leggere

Lumix GH4, la recensione di Discorsi Fotografici!

A cura di Mirko Bonfanti

Nell’eterna battaglia fra full frame e apsc, Discorsi Fotografici non si è mai occupata di recensire una macchina con sensore Micro QuattroTerzi ma grazie alla gentile collaborazione di Panasonic Italia siamo riusciti finalmente ad avere in prova una Lumix GH4.

lumix1

Inutile nascondere un pensiero comune fra i fotoamatori più tecnologici: le dimensioni del sensore digitale contano, pertanto molti di voi (ed io, prima di questa prova) snobberanno a priori questa tecnologia. Fattore di crop 2x, elevata profondità di campo e compattezza sono le principali caratteristiche che, nel bene o nel male, fanno da crinale fra adoratori e detrattori. Va però dato atto a Panasonic (ed Olympus, non dimentichiamo) di credere costantemente ad un progetto tecnicamente interessante, offrendo una valida alternativa ai soliti grandi marchi che innovano col contagocce. … Continua a leggere

Sony A7 Mk2, la recensione di Discorsi Fotografici!

ILCE-7M2_wFE2870_right-1200-thumb-470x459-25125

A cura di Cristiano Testa

Abbiamo il piacere di recensire la Sony A7 Mk2, versione numero due della già apprezzata A7.

Cominciamo prima di tutto a parlare delle differenze che caratterizzano questo modello dal precedente. È stato modificato l’aspetto estetico e conseguentemente ergonomico della macchina, con un impugnatura differente, più pronunciata, che permette una migliore presa, questo ha permesso di spostare leggermente anche il pulsante di scatto, infatti ora si trova in un punto molto più “naturale” e non bisogna più “cercarlo” com’era sul modello precedente, inoltre il suo diametro è stato anche aumentato in modo da renderlo più fruibile. … Continua a leggere

Sony a77 II, la recensione di Discorsi Fotografici!

91fhH7TrShL._SL1500_

A cura di Federico Emmi

Recensire un prodotto tecnologico, come una fotocamera digitale, non è di per se complicato, essenzialmente occorre verificare se quanto dichiarato dal produttore sia vero. In questa situazione le persone hanno due possibilità: provare il prodotto prima di acquistarlo, altrimenti credere ciecamente al marchio. Il mondo della fotografia digitale, per quanto sia ancora nella piena giovinezza, ha conosciuto principalmente un duopolio, animato da scontri da tifoseria sulla qualità finale del file – attenzione non dell’immagine, che è cosa diversa – inizialmente su forum, successivamente sui diversi canali social. L’El Dorado del digitale non era una lenta e faticosa ricerca, piuttosto la certezza che chiunque poteva fare fotografia spendendo poco con un risultati eccezionali. La fede cieca nei due brand viene dalla loro storia, gloriosa certamente, ma ancorata a un mondo superato, quello della pellicola. Chi ha stabilito che anche nel digitale potessero replicare il successo del film? Il dibattito sulla bontà o meno di un prodotto si colloca nel campo della devozione, della fedeltà, dove ogni ragionamento neutrale viene messo da parte. Sembra che chi voglia fare fotografia, più che un buon prodotto, abbia bisogno di far parte di una comunità, per quanto il fotografare è pura intimità.
Ci sono dei vantaggi concreti? Da un punto di vista economico, si, ma per i produttori, che possono permettersi di immettere sul mercato prodotti di qualità non eccezionale a prezzi più alti, senza contare la possibilità di frammentarli in una serie di sotto prodotti, privi di alcune caratteristiche, rispetto al principale, tanto che se prima tra zero e cento non c’era nulla, ora l’offerta è al limite dello stalking, soprattutto della confusione.
Il danno maggiore per il consumatore, però, sempre annoverabile comunque tra i vantaggi del produttore, è la totale mancanza di ricerca, di sviluppo, di miglioramento. Infatti, a vedere le proposte tecnologiche dei due marchi che si sono spartiti il mercato reflex digitali per anni, nulla è realmente cambiato. Tutt’altro, risultati imbarazzanti anche quando la torta raggiunge svariati mega pixel. Se qualcosa è cambiato, non è per merito loro, ma frutto di partnership.
Di contro, alcuni, per passione o anche per puro spirito imprenditoriale, hanno deciso di provarci, di investire in un segmento di per se immobile, con una prospettiva di successo concretamente limitata. Di farlo andando contro il must che la reflex digitale debba necessariamente avere uno specchio, fino ad arrivare a eliminarlo del tutto. … Continua a leggere

Poche novità e la fotografa NG Lynn Johnson per il podcast di Pasqua!

Podcast pasquale con Silvio e Federico, parleremo delle poche novità di questo periodo primaverile. Ospite d’eccezione la fotografa del National Geographic Lynn Johnson!

Siamo raggiungibili da iTunes, per abbonarsi in modo facile e gratuito tramite il servizio Apple cliccate qui Chi non avesse iTunes può abbonarsi al feed audio del podcast cliccando qui Cliccate i player qui sotto per ascoltare la puntata in formato AAC o MP3, potete anche scaricarvela seguendo il link “download” riportato subito sotto i rispettivi player.

… Continua a leggere

Pagina 1 di 6912345...102030...Ultima »

Tema creato da federicoemmi | © 2015 Discorsi Fotografici Versione Beta 1.6